Asta Btp: Tesoro colloca tutti 6 miliardi di euro, tassi ai minimi dal 2010

A
A
A
di Redazione 29 Aprile 2013 | 13:17

Il rendimento medio del decennale è sceso al 3,94 dal 4,66% di marzo e quello del quinquennale al 2,84% dal 3,65% precedente. Buona la domanda che ha raggiunto gli 8,35 miliardi di euro


RENDIMENTI AI MINIMI – Prova superata anche per i Btp a 5 e a 10 anni. Il Tesoro ha infatti collocato sul mercato tutti i 6 miliardi di euro in offerta, con tassi ai minimi da ottobre del 2010. Il rendimento medio del decennale è sceso al 3,94 dal 4,66% di marzo e quello del quinquennale al 2,84% dal 3,65% precedente. La domanda ha raggiunto gli 8,35 miliardi di euro.

SPREAD STABILE – Dopo le aste odierne, via XX Settembre ha piazzato da inizio anno complessivi 196 miliardi nominali di titoli, pari al 44% dell'importo lordo atteso per quest'anno. Lo spread tra Btp decennali e Bund equivalenti è stabile a quota 276. In precedenza aveva toccato un minimo di 271 punti e venerdì aveva chiuso la settimana a 282 punti. Il rendimento si attesta al 3,97%. Il differenziale tra Bonos spagnoli e Bund è a 303 punti con un tasso del 4,23%.

OBIETTIVO BANKITALIA – Dal direttore generale della Banca d'Italia, Fabrizio Saccomanni aveva indicato solo una settimana fa dal Fondo monetario a Washington l'obiettivo di riduzione fino a 100 punti “e anche meno” il livello del differenziale di rendimento tra il decennale tedesco e l’omologo italiano.

LIVELLO SOSTENUTO – "Il calo di tensione sull’Italia non è accompagnato da un altrettanto movimento degli asset safe risk e questo lo appuriamo guardando allo spread Btp-Bund", osserva Vincenzo Longo, market strategist di Ig. "Nonostante il forte calo dei rendimenti, il differenziale tra il decennale italiano e quello tedesco è rimasto comunque su livelli sostenuti rispetto ai minimi di inizio anno e questo perché sul mercati c’è una folta schiera di investitori che continuano a comprare Bund. Questo è indice del fatto che il sentiment a livello globale rimane particolarmente fragile".

ASTA TEDESCA – Questa mattina è toccato anche alla Germania che ha collocato Bubill a 12 mesi per 2,815 miliardi di euro con un rendimento dello 0,0018%, superiore a quello dell'asta del 25 marzo (+0,00166%). Le richieste sono state pari a 1,8 volte il quantitativo offerto, superiori all'1,5 registrato nell'asta precedente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X