Generali, ai blocchi di partenza la cessione della controllata Usa

A
A
A
di Redazione 3 Maggio 2013 | 10:20

Quanto invece alla cessione della Banca della svizzera italiana (Bsi), i soggetti interessati sarebbero Bankinter/Apollo, la cinese Icbc e la brasiliana Banque Safra. La.d. Mario Greco ha un obiettivo di cessioni per circa 4 miliardi di euro a fine 2015


LE STIME DEGLI ANALISTI – Generali ha stimato di cedere la controllata americana a una cifra compresa tra 800 milioni e un miliardo di dollari, una somma leggermente superiore alle stime degli analisti di Intermonte (giudizio neutrale con target price a 14,2 euro su Generali), che ricordano: “La compagnia dovrebbe avere un embedded value di circa un miliardo di euro, un tangible book value di circa 270 milioni e ha chiuso il 2012 con un utile netto di 15 milioni di dollari”. In ogni caso, aggiungono gli esperti, la cessione ai prezzi indicati “sarebbe una notizia positiva per Generali, con un impatto positivo stimato sul Solvency Margin del 2-3%”.

LE ALTRE CESSIONI IN AGENDA – Quanto invece alla cessione della Banca della svizzera italiana (Bsi), i soggetti interessati sarebbero Bankinter/Apollo, la cinese Icbc e la brasiliana Banque Safra. L’a.d. di Generali, Mario Greco, ha un obiettivo di cessioni per circa 4 miliardi di euro nel piano strategico di fine 2015. Per ora è stata venduta solo una quota di minoranza di Banca Generali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X