Credit Suisse si scaglia contro l’ex top manager passata a Goldman Sachs

A
A
A
di Luca Spoldi 6 Maggio 2013 | 13:10

E' ormai guerra aperta tra le due banche d'affari: motivo del contendere alcune informazioni riservate che l'ex vice presidente per i mercati emergenti del gruppo svizzero avrebbe portato con sè


QUELLE MAIL SOSPETTE – E’ ormai guerra aperta tra Credit Suisse e Goldman Sachs dopo che la banca d’affari americana ha reclutato Agostina Pechi, già vice presidente per i mercati emergenti del gruppo svizzero (dal quale la dirigente ha dato le dimissioni lo scorso 2 aprile), quale nuovo top manager. Secondo l’istituto rossocrociato la Pechi avrebbe infatti trafugato alcune informazioni tra cui una lista di clienti e informazioni confidenziali inviandole ad un proprio indirizzo di posta elettronica di notte dal suo ufficio tra febbraio e marzo, quando avrebbe dovuto essere in ferie secondo quanto ricostruisce l’agenzia Bloomberg. Nessun commento è per ora giunto dalla manager, che lo scorso anno ha guadagnato 950 mila dollari, chiamata in causa davanti alla corte di Manhattan dato che vive a New York, così come dal gruppo Goldman Sachs.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X