Avvio di giornata movimentato a Milano

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Maggio 2013 | 07:59

Malissimo Bpm (stop alla trasformazione in Spa) e Snam (avviato il collocamento di un 11,69% da parte di Eni), mentre corrono Lottomatica, Fondiaria-Sai (utili triplicati nel trimestre) e Telecom Italia


GOVERNO VERSO MANOVRA ESTIVA DA 6-8 MILIARDI – Avvio in rosso per gli indici principali di Piazza Affari mentre sui giornali si fa strada l’ipotesi di una manovra di 6-8 miliardi di euro  entro l’estate che oltre al rinvio dell’Iva e alla sospensione della prima rata dell’Imu sulla prima casa vedrebbe anche un calo delle tasse sul lavoro e l’introduzione di nuove detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni, il tutto da compensare con tagli alle spese e riequilibri di alcune imposte. Dopo una mezzora di lavoro l’indice Ftse Mib cede lo 0,81%, mentre l’indice  l’indice Ftse Italia All-Share oscilla a -0,71% e il paniere Ftse Italia Star guadagna lo 0,35%.

TELECOM ITALIA SALE NONOSTANTE RINVIO DECISIONI – Tra le blue chip italiane salgono le quotazioni di Lottomatica, Fondiaria-Sai (utili triplicati nel primo trimestre dell’anno) e Telecom Italia, dopo che ieri il Cda di quest’ultima ha approvato la trimestrale, giudicata non molto convincente dal mercato, rinviando di un mese ogni decisione su 3 Italia e lo scorporo della rete d’accesso. In forte calo Bpm (che cede poco meno del 9% mentre la stampa italiana parla di definitivo stop al progetto di trasformazione in Spa),  Snam (di cui Eni ha avviato il collocamento dell’11,69%), A2A, Terna e Campari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti