I bancari trascinano al rialzo Milano e l’Europa

A
A
A
di Luca Spoldi 7 Maggio 2013 | 16:21

Il numeri del Credit Agricole fanno da trampolino di lancio per il Banco Popolare, i buoni giudizi dei broker stimolano ricoperture su Ubi Banca. Tra i pochi a soffrire Fondiaria-Sai


BANCHE E FINANZIARI TRASCINANO MILANO E L'EUROPA – Finale di giornata poco sotto i massimi intraday per Piazza Affari, dove l’indice Ftse Mib guadagna l’1,54%, mentre l’indice  l’indice Ftse Italia All-Share segna +1,41% e il paniere Ftse Italia Star chiude a +0,63% incuranti del riaccendersi della tensione politica, grazie ai buoni risultati messi a segno dai titoli del comparto bancario e finanziario in tutta Europa. Tra le blue chip italiane si mettono infatti in luce Banco Popolare, che sfiora il +9% dopo la trimestrale di Credit Agricole (che sembra indicare prospettive meno negative per la joint-venture Agos Ducato operante nel credito al consumo), Ubi Banca, Mps, Bper e Mediolanum, tutti con rialzi tra il 4,3% e il 7,6%. In negativo chiudono A2A, Autogrill, Fondiaria-Sai e Pirelli & C, oltre a Parmalat.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti