Eni: l’a.d. Scaroni propone un dividendo 2013 di 1,10 euro per azione

A
A
A
di Redazione 10 Maggio 2013 | 14:57

La proposta dell’amministratore delegato del cane a sei zampe rappresenterebbe un aumento di circa il 2% rispetto al 2012


CONTI E DIVIDENDO – Una prima notizia certa: l’assemblea dei soci di Eni ha approvato il bilancio del 2012 e la proposta di dividendo di 1,08 euro per azione fatta dal cda. Il saldo del dividendo sarà pagato il 23 maggio con stacco il 20. Alla Cassa Depositi e Prestiti, che ha il 25,76%, va così una cedola complessiva di 1,011 miliardi, mentre il ministero dell'Economi (4,34%) incassa 170,1 milioni.

LA PROPOSTA – L'amministratore delegato Paolo Scaroni ha inoltre confermato che per il 2013 chiederà al cda di proporre un dividendo da 1,10 euro. “Spero di poter proporre al cda, e spero che lo approvi, un dividendo di 1,10 euro in aumento di circa il 2% rispetto al 2012”.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti