Da Telecom a Rcs, l’a.d. di Generali Mario Greco risponde sui temi caldi

A
A
A
di Redazione 10 Maggio 2013 | 08:36

Quanto alla compagnia telefonica, il numero uno non ha mai visto progetti di spin off della rete. E sul colosso dell'editoria, "si deciderà in assemblea".


TELECOM IN ATTESA DI SPIN OFF – "Telecom Italia deve andare in consiglio e presentare un progetto, che sarà esaminato e valutato dai consiglieri. Io non ho una posizione: non sono a conoscenza di un progetto". Così l'amministratore delegato di Generali, Mario Greco ha risposto durante la presentazione dei dati trimestrali alla domanda sullo spin off della rete Telecom. "Qui non si tratta di parlare, si tratta di vedere un progetto fatto di numeri, tempi e valori, e io questo non lo ho mai visto. Credo che nessuno lo abbia visto. Quindi è difficile dire di essere favorevoli o contrari a una cosa che non si conosce".

L'AUMENTO DI RCS – Quanto all'altro tema caldo del momento, cioè Rcs, Greco ha fatto sapere che Generali deciderà in assemblea come votare sull'aumento di capitale della Rizzoli-Corriere della Sera. "Vedremo quando saremo in assemblea cosa riterremo utile e conveniente fare", ha detto. Generali, socio del patto di sindacato di Rcs, ha già annunciato che non parteciperà all'aumento. Su eventuali contatti tra i grandi soci del gruppo editoriale per compattare le posizioni in vista dell'assemblea del 30 maggio, Greco ha detto di non esserne a conoscenza. "Il che non vuol dire che non ci sono, ma vuol dire che non ci sono con noi. Il settore media è totalmente diverso dal nostro business", ha aggiunto. "Non possiamo rimanere in settori così diversi dai nostri quando cerchiamo di recuperare solidità nella nostra posizione di capitale e concentrarci sul nostro business". Greco ha poi detto di non essere informato su eventuali riunioni del patto di sindacato prima dell'assemblea del 30 maggio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti