Prudente avvio di settimana a New York

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Maggio 2013 | 20:22

Perdono quota azioni e T-bond, mentre il rialzo del dollaro preme sulle quotazioni di oro, argento e petrolio. I dati macro migliori delle attese contribuiscono a contenere il calo ai minimi


DATI MACRO SOSTENGONO L'AZIONARIO, DOLLARO PESA SU BOND E MATERIE PRIME – Seduta prudente a Wall Street dove nonostante dati migliori delle attese per quanto riguarda l’andamento delle vendite al dettaglio l’indice Dow Jones segna a fine giornata -0,18%, l’S&P500 resta a -0,05%, il Nasdaq chiude a +0,06% e le small cap del Russell 2000 terminano in rosso dello 0,14%. Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento sul decennale risalire all’1,92% (dall’1,90% di venerdì sera) e quello sul trentennale al 3,13% (dal 3,10%), mentre l’oro scivola nuovamente a 1431,30 dollari l’oncia (13 dollari di perdita) nonostante , l’argento torna sui 23,60 dollari (13 centesimi sotto i livelli della chiusura precedente) e il petrolio arretra sino a 94,95 dollari al barile (circa un dollaro in meno dell’ultimo fixing), appesantito dal recupero del dollaro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti