Bpm: stop alla trasformazione in Spa, almeno per ora

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Maggio 2013 | 13:45

Il board dell'istituto ha fatto sapere che ai soci non sarà sottoposto il piano di trasformazione della forma giuridica ma solo l'aumento di capitale da 500 milioni per il rimborso dei Tremonti bond


BPM, PER ORA NESSUN PREMIO TAKEOVER – Ancora una seduta negativa per Bpm, dopo che il Consiglio di gestione dell’istituto ha deciso di non sottoporre all’assemblea dei soci del 21-22 giugno prossimi il progetto di trasformazione in Spa ibrida, preferendo dare priorità al progetto di aumento del capitale da 500 milioni di euro, col quale rimborsare i Tremonti bond sottoscritti a suo tempo per un analogo importo. Secondo alcuni analisti come quelli di Banca Imi non è però chiaro se la trasformazione sia stata solo rinviata o definitivamente cassata. In ogni caso l’azione, spiegano gli esperti, non sconterà alcun ulteriore “premio di takeover” finchè non giungeranno chiarimenti al riguardo, mentre l’aumento, che dovrebbe essere lanciato tra settembre e ottobre prossimo, potrebbe incontrare qualche maggiore difficoltà e portare a uno sconto superiore a quanto sinora stimato dal mercato e ad una conseguente maggiore diluizione degli utili per azione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti