Tra gli investitori c’è già interesse per il nuovo Btp a 30 anni

A
A
A
di Luca Spoldi 15 Maggio 2013 | 09:44

Il Tesoro italiano sta preparando il collocamento di un nuovo benchmark a 30 anni e oggi il servizio Ifr di Reuters quantifica in circa 7,7 miliardi la domanda potenziale


SPREAD PIÙ BASSO, FORSE – Il Tesoro ha affidato a Bnp Paribas, Citigroup Global Markets, Deutsche Bank, Ubs e UniCredit “il mandato per il collocamento sindacato di un nuovo benchmark a 30 anni Btp, scadenza primo settembre 2044”, da collocare “nel prossimo futuro, in relazione alle condizioni di mercato”. Già questa mattina si evidenzia un primo segnale di interesse, che il servizio Ifr di Reuters stima attorno ai 7,7 miliardi di euro di ordini potenziali per la nuova emissione. Il rendimento del nuovo titolo dovrebbe oscillare sui 13-15 punti base sopra quello del Btp 2040, rispetto all’indicazione iniziale di “mid teens” (ossia attorno ai 15 punti base di sovrarendimento).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti