Nikkei225 sopra quota 15mila: non accadeva dal gennaio 2008

A
A
A
di Luca Spoldi 15 Maggio 2013 | 09:18

A far correre il mercato è la progressiva perdita di terreno dello yen contro il dollaro, dopo che il G7 ha evitato di censurare Tokyo


TOKYO SUI MASSIMI – Se i listini europei restano perplessi e intimoriti da dati macro peggiori delle già non esaltanti attese, Tokyo prosegue il suo rally con l’indice Nikkei225 che stamattina ha chiuso portandosi a 15.096,03 yen (+2,29%), per la prima volta dal gennaio 2008 sopra la soglia dei 15mila yen, spinto dai nuovi minimi a quattro anni e mezzo della valuta nipponica contro dollaro, dopo che il G7 di Londra della scorsa settimana ha evitato di censurare la politica monetaria ultraespansiva adottata dalla Bank of Japan per cercare di far uscire il Paese da una deflazione che dura da oltre 20 anni.

ISUZU MOTORS CORRE – Un andamento che fa bene a esportatori come Isuzu Motors, che oggi sfiora il 21% di rialzo, davanti a Taiyo Yuden (+16,3%), Ngk Insulators (+14%) e Sony (quasi +12% la capogruppo, imitata da Sony Financial con un rialzo di oltre 9 punti, mentre si parla della possibilità che vengano scorporate e quotate separatamente anche le attività del settore entertainment). Deboli al contrario altri esportatori come Sharp e Pioneer, in calo rispettivamente di circa 13 e di oltre 10 punti percentuali. Tra gli altri listini asiatici bene Hong Kong (+0,50%) come pure Shanghai (+0,36%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti