I conti di Mediaset piacciono anche a Morgan Stanley

A
A
A
di Luca Spoldi 16 Maggio 2013 | 09:05

Dopo che già ieri Societe Generale aveva migliorato le stime sugli utili 2013 e il target price, stamane gli analisti della banca d'affari americana fanno lo stesso, pur evidenziando i possibili rischi futuri


IL TITOLO CORRE IN BORSA – Il forte taglio dei costi ottenuto nel primo trimestre dal gruppo Mediaset (+5,1% al momento a Piazza Affari) continua a impressionare gli analisti finanziari. Dopo che già ieri Societe Generale (che sul titolo mantiene un “sell”, vendere, ma con un target price alzato da 1,6 a 1,7 euro per azione) aveva notato come tale azione avesse più che compensato l’andamento negativo della raccolta pubblicitaria, portando gli esperti a rivedere leggermente al rialzo le previsioni sull’utile per azione a fine anno, stamane tocca agli uomini di Morgan Stanley alzare il target price, da 2 a 2,15 euro a titolo, confermando il giudizio di “equal weight” (peso neutro).

SE RACCOLTA RESTERA' DEBOLE POSSIBILI NUOVI TAGLI DEI COSTI – In questo caso gli esperti segnalano come siano possibili ulteriori tagli dei costi se l’andamento della raccolta pubblicitaria dovesse rimanere negativo, a fronte di un mercato che sembra dare primi segnali di un modesto recupero ma resta al momento debole. Anche gli esperti di Morgan Stanley migliorano così leggermente le proprie stime sui risultati di fine anno, pur avvertendo che la perdita di quote di mercato, sorprese negative sul taglio dei costi e pressioni sui margini di lungo termine potrebbero portare a ulteriori significativi ribassi delle quotazioni in futuro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti