Equita riduce il rating su Banca Generali, conferma target price

A
A
A
di Luca Spoldi 17 Maggio 2013 | 15:09

Gli analisti indicano in 18 euro il livello di equivalutazione del titolo, che in queste ore oscilla proprio attorno a tali valori. I multipli appaiono ragionevoli ma scontano già l'ulteriore crescita del gruppo


IL TITOLO A QUESTI LIVELLI NON PARE AVERE MOLTO SPAZIO PER CRESCERE Banca Generali non risente del taglio della raccomandazione, da “buy” (acquistare) a “hold” (mantenere) deciso dagli analisti di Equita Sim che hanno anche confermato pari a 18 euro il target price del titolo. Un livello che il titolo ha già superato in queste ora a Piazza Affari (oscilla appena sopra i 18,95 euro quando manca meno di mezzora alla chiusura della giornata, in crescita dello 0,6% rispetto all’ultima chiusura), cosa che fa apparire Banca Generali un po’ cara agli occhi degli esperti, che ricordano come pure rimanendo “interessante il dividend yield al 5,3%, il titolo tratta a 13,6 volte gli utili 2014 o 16 volte escludendo il contributo del carry trade”, un livello “ragionevole” che però non giustifica ulteriormente il mantenimento del suggerimento d’acquisto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti