Mps, nuove perquisizioni in Italia e Svizzera per la vicenda Antonveneta

A
A
A
di Redazione 17 Maggio 2013 | 12:30

Nell’ambito del filone della cosiddetta “banda del 5%” ci sarebbero anche nuovi indagati, tra cui Roberto Villa, ex presidente di Richard Ginori, già indagato dalla procura di Firenze per bancarotta fraudolenta


DI NUOVO SOTTO I RIFLETTORI – Torna sotto i riflettori l'inchiesta su Mps legata all'acquisizione di Antonveneta nel 2007: nei giorni scorsi la Guardia di Finanza ha condotto decine di perquisizioni in varie città italiane su disposizione della Procura di Siena e altre perquisizioni sono state effettuate in Svizzera. Inoltre, secondo quanto riporta il Corriere.it citando fonti giudiziarie, sarebbero spuntati i nomi di nuovi indagati nel filone della cosiddetta “banda del 5%”, ovvero le attività contestate all'ex capo della finanza Gian Luca Baldassarri e ad altre persone coinvolte nelle operazioni fatte negli anni passati.

GLI INDAGATI – Nello specifico, scrive Corriere.it, tra i nuovi indagati ci sarebbe anche Roberto Villa, ex presidente di Richard Ginori, già indagato dalla procura di Firenze per bancarotta fraudolenta. Per Villa l'ipotesi di accusa dei pm di Siena sarebbe di riciclaggio. Gli indagati in tutto sarebbero 12: per loro l'ipotesi di reato sono, a vario titolo, quella di truffa aggravata e riciclaggio. Alcuni dei 12 indagati sono nuovi nell'inchiesta, mentre altri erano già stati iscritti sul registro dalla Procura di Siena nel febbraio scorso.

LE PERQUISIZIONI – Le perquisizioni in Italia e in Svizzera, secondo quanto si apprende da fonti vicine all'inchiesta su Mps, riguarderebbero tutte persone fisiche: non sarebbero quindi interessante banche o società.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti