La liquidità continua a sospingere i mercati

A
A
A
di Luca Spoldi 17 Maggio 2013 | 10:48

I listini azionari del vecchio continente avrebbero bisogno di una pausa, ma la liquidità abbondante sostiene le quotazioni, con gli investitori impegnati in operazioni di rotazione settoriale e stock picking


WILLIAMS (FED) TIENE DESTA L'ATTENZIONE DEGL INVESTITORI – I listini azionari europei dopo aver tanto corso vorrebbero tirare il fiato, ma l’abbondanza di liquidità per ora continua a sostenere le quotazioni. Lo si vede chiaramente anche stamane da come reagiscono gli indici alle parole di John Williams, presidente della Fed di San Francisco, secondo cui un’accelerazione della crescita e i miglioramenti notati nel mercato del lavoro Usa potrebbero indurre la Federal Reserve a rallentare nei prossimi mesi il ritmo con cui continua ad acquistare bond sul mercato (attualmente per 85 miliardi di dollari al mese).

LA LIQUIDITA' CONTINUA A SOSTENERE IL RIALZO DEI LISTINI – Dopo questa ipotesi Londra (dove pure Lloyds Banking Group sale del 2,1% dopo la conferma che il governo ha ormai raggiunto un punto di pareggio sulla propria quota del 39%, ricevuta in cambio degli aiuti di stato concessi nella crisi del 2009) oscilla a +0,23%, Parigi segna +0,15% e Francoforte resta inchiodata sui valori di ieri (-0,02%). Modesti segni positivi sono segnati anche da Madrid (+0,18%) e Milano (+0,27%), oltre che dal paniere Eurostoxx50 (+0,21%) tra i cui componenti brillano Volskwagen, Societe Generale e ING Groep, mentre perdono quota Deutsche Telekom, L’Oreal, Bbva e Danone.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti