Markit: Pmi area euro migliora in maggio, ma non abbastanza

A
A
A
di Luca Spoldi 23 Maggio 2013 | 08:29

Indici Pmi in recupero anche a maggio per l'area euro, ma Markit avverte: con questi dati è probabile che l'area resti in recessione anche nel secondo trimestre dell'anno


PMI EUROZONA MEGLIO DEL PREVISTO, MA LA RIPRESA LATITA ANCORA – Discreto dato relativo all’indice Pmi manifatturiero dell’Eurozona stimato in maggio pari a 47,8 punti (il massimo degli ultimi 3 mesi) rispetto ai 46,7 punti di aprile dall’istituto Markit, che in una nota segnala anche come il Pmi composito della produzione tocchi i 47,7 punti (da 46,9), anche questo sui massimi da tre mesi.  Aumenta anche l’indice Pmi dei servizi (47,5 punti da 47,0). Tuttavia, avvertono gli esperti, il valore dell’indice Pmi composito della produzione appare “chiaramente in linea con la media registrata durante il primo trimestre, quando l’economia della regione si era contratta dello 0,2%”, oltre a restare sotto quota 50, che fa da spartiacque tra una situazione di espansione e di recessione. Inoltre secondo Markit “la continua riduzione indicata dal Pmi suggerisce comunque che la recessione nell’area euro si estenderà per il settimo trimestre consecutivo durante il secondo trimestre del 2013”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X