Morgan Stanley: andiamo verso un’altra dose di Draghieconomics?

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Maggio 2013 | 13:34

Secondo gli esperti della banca d'affari americana Draghi taglierà i tassi sulle operazioni principali di rifinanziamento anche a inizio giugno, mentre manterrà pari a zero quelli sui depositi


LA LEVA DEI TASSI PREFERITA A NUOVI ACQUISTI DI BOND SUL MERCATO -Un’altra dose di Draghinomics? Se lo domandano gli analisti di Morgan Stanley che in un report oggi segnalano di attendersi un altro taglio del tasso Bce utilizzato per le operazioni di rifinanziamento principale a inizio giugno. Gli analisti precisano di non prevedere, al contrario, un taglio dei tassi sui depositi (già ora pari a zero) ma di non escluderlo più in là nel corso dell’anno. Il focus dell’azione della Bce dovrebbe comunque mantenersi sul movimento dei tassi (che potrebbe essere rinviato dopo giugno solo in caso di dati macro particolarmente positivi nei prossimi giorni, secondo gli esperti) e non sull’acquisto di titoli di stato sul mercato, che causerebbe maggiori divisioni di natura politica all’interno del board di Eurotower.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti