Il mattone londinese dà segni di risveglio

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Maggio 2013 | 08:51

Il mercato immobiliare londinese vede il ripartire di importanti progetti, come quello che trasformerà l'area dove sorge dal 1961 lo Shell Centre, in cui sta investendo anche il fondo sovrano del Qatar


IL QATAR PUNTA SUL MATTONE LONDINESE – Segnali di risveglio anche dal mercato immobiliare britannico: Canary Wharf Group e Qatari Diar Real Estate Investment (divisione immobiliare del fondo sovrano del Qatar) hanno ottenuto l’approvazione da parte delle autorità locali per costruire 8 torri dove troveranno spazio uffici e 877 appartamenti sul sito dove sorge il quartier generale di Royal Dutch Shell sulla sponda sud del Tamigi. Il permesso giunto da parte del Lambeth Borough Council  dà l’avvio ad un progetto da complessivi 76 mila metri quadri di spazio che vedrà la realizzazione di otto nuove torri con altezze dai 5 ai 37 piani attorno allo storico Shell Centre, realizzato nel 1961 e destinato a rimanere in piedi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti