New York sfiora il pareggio dopo avvio in rosso

A
A
A
di Luca Spoldi 23 Maggio 2013 | 21:10

In recupero anche T-bond, oro e petrolio a riprova della forza del mercato americano, cui sono bastati un paio di dati macro migliori delle attese per lasciarsi alle spalle i timori di ieri sera


JOBLESS CLAIMS E VENDITE CASE NUOVE RISOLLEVANO IL MORALE DI WALL STREET – Bastano due dati macro migliori delle attese e Wall Street riesce a limitare i danni, con l’indice Dow Jones che chiude quasi invariato (-0,08%), mentre l’S&P500 cede appena lo 0,29%, il Nasdaq chiude a -0,11% e le small cap del Russell 2000 addirittura recuperano lo 0,21%, a conferma della forza del mercato che non sembra intenzionato ad arretrare significativamente dagli attuali livelli, almeno per ora. In moderato recupero persino i T-bond, col rendimento del decennale che scivola sul 2,01% (dal 2,03% di ieri) e quello del trentennale sul 3,19% (dal 3,21%). Infine l’oro rimbalza a 1390,10 dollari l’oncia (26,9 dollari più dell’ultima chiusura), l’argento sale sui 22,57 dollari (33 centesimi di recupero) e il petrolio dopo essere sceso sotto i 93 dollari al barile in apertura chiude a 94,38 dollari al barile (una quindicina di centesimi sopra i livelli della vigilia).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti