Milano maglia nera tra i listini europei

A
A
A
di Luca Spoldi 23 Maggio 2013 | 16:00

Robuste prese di beneficio sul listino italiano, innescate dal calo di Wall Street e dal tonfo dei listini asiatici su timori di un rialzo dei tassi. Ne pagano le conseguenze soprattutto bancari e titoli del lusso


MEDIOLANUM PAGA PEGNO, SALVATORE FERRAGAMO PURE – Il calo di Wall Street e il tonfo dei listini asiatici fanno scattare robuste prese di profitto su tutti i listini azionari europei, che così si allontanano dai freschi massimi a cinque anni. A Milano l’indice Ftse Mib a fine giornata cede il 3,06%, mentre l’indice Ftse Italia All-Share chiude a -2,90% e il paniere Ftse Italia Star segna -1,25%. Scontata l’assenza di un qualsivoglia segno positivo tra le blue chip, i cali più consistenti toccano ai finanziari, con Mediolanum, Ubi Banca, Banco Popolare e Intesa Sanpaolo tutti oltre il 4% di perdita, oltre che ai titoli del lusso particolarmente esposti all’Asia come Salvatore Ferragamo, a sua volta in calo di oltre quattro punti percentuali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti