L’Asia trascina al ribasso l’Europa: Piazza Affari maglia nera

A
A
A
di Redazione 23 Maggio 2013 | 09:43

L'indice Pmi in Cina, diffuso da Hsbc e sceso a maggio a 49,6 (da 50,4 di aprile), causa alla Borsa di Tokyo un autentico crollo fino alla chiusura a -7,32%

EUROPA NEGATIVA – Giornata negativa per le borse europee, trascinate dal crollo delle azioni sulla piazza di Tokyo. A spingere al ribasso il Nikkei, l'indice Pmi in Cina, diffuso da Hsbc e sceso a maggio a 49,6, da 50,4 di aprile. Tokyo chiude quindi a -7,32%, bruciando oltre 1.000 punti (1.143,28). Il clima di tensione di riversa anche sulll’Europa: oltre il 2% di ribassi per Parigi, Francoforte e Londra. Anche Piazza Affari in territorio negativo, la peggiore dell’eurozona.

LISTINO FTSE MIB – All'interno del paniere principale Ftse Mib, perde Mps (-4,24%), Stm (-4,36%), A2A (-3,72%) e Fiat (-3,51%) che registrano i ribassi più pesanti. Calo attorno ai tre punti percentuali per il comparto bancario con Unicredit (-3,19%) e Intesa (-3,15%).

L'ANNUNCIO DELLA FED – Inoltre, ad appesantire i listini, l’annuncio della Fed, che potrebbe cominciare a ridurre il ritmo dell'acquisto di bond (attualmente 85 miliardi di dollari al mese) già durante la prossima riunione, il 18 e 19 giugno, se l'economia avrà imboccato con più stabilità la via della ripresa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Dws: “La speranza di una bonaccia estiva è prematura”

Cina, il ritorno delle blue chip a tre anni dal lancio dello Shaghai Stock Connect

Morningstar: ecco i listini azionari che inciampano sulle controversie

NEWSLETTER
Iscriviti
X