Ai francesi piace il made in Italy: Lvmh in trattative coi Cimino?

A
A
A
di Luca Spoldi 29 Maggio 2013 | 11:56

Secondo indiscrezioni di stampa dopo il passaggio del controllo di Pomellato a Kering, Lvmh avrebbe messo gli occhi su Pianoforte Holding, proprietaria dei marchi Yamamay, Carpisa e Jacked

I MARCHI ITALIANI PIACCIONO AI GRUPPI FRANCESI – Il “made in Italy” continua a piacere alle grandi aziende del lusso francesi. Dopo che Kering (l’ex Ppr di Francois-Henri Pinault) ha messo le mani sulla maggioranza di Pomellato, la concorrente storica Lvmh, guidatada Bernard Arnault, avrebbe avviato i primi contatti con la famiglia Cimino, azionista di riferimento di Pianoforte Holding, proprietaria dei marchi Yamamay, Carpisa e Jacked e che lo scorso anno aveva visto l’ingresso, col 10%, di Intesa Sanpaolo anche in vista di una successiva possibile Ipo a Piazza Affari.

LE AZIONI DI INTESA SANPAOLO – Secondo voci rilanciate dalla stampa italiana Arnault sarebbe disponibile a entrare con una quota di minoranza, in parte rilevando le azioni di Intesa Sanpaolo in parte apportando capitali freschi, mentre il possibile sbarco a Piazza Affari non sarebbe del tutto tramontato anche se è probabile, nel caso che i colloqui con Lvmh vadano in porto, che i tempi possano allungarsi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banco Bpm rialza la testa in scia ai rumors sull’M&A. I prossimi target tecnici

Fca apre un gap rialzista in scia ai rumors sull’interesse di Renault/Nissan

Banca popolare di Bari: cessioni, cavaliere bianco o spezzatino?

NEWSLETTER
Iscriviti
X