New York tira il fiato ma chiude in ripresa, tonfo dei T-bond

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Maggio 2013 | 21:39

Buoni dati macro ridanno la carica all'azionario ma finiscono con lo spaventare gli investitori obbligazionari, che alleggeriscono con decisione le posizioni. Il decennale guida stasera rende il 2,17%


L'ECONOMIA USA SEMBRA ANDARE MEGLIO DELLE ATTESE – Giornata partita all’insegna di un deciso recupero che vede poi scattare alcune prese di profitto ma regala una chiusura positiva a Wall Street, dove l’indice Dow Jones guadagna lo 0,69%, mentre l’S&P500 chiude a +0,63%, il Nasdaq segna +0,86% e le small cap del Russell 2000 guadagnano l’1,33%. Dati macro migliori delle attese se sostengono l’azionario finiscono col deprimere i T-bond perché fanno ipotizzare un graduale ritiro degli incentivi finora messi in campo dalla Federal Reseve. Così il rendimento del decennale sale sul 2,17% (dal 2,01% di venerdì) e quello del trentennale rimbalza sul 3,32% (dal 3,17%). L’oro scivola invece a 1380,00 dollari l’oncia (2,6 dollari meno dell’ultima chiusura), l’argento torna sui 22,23 dollari (10 centesimi di perdita) e il petrolio risale a 95,01 dollari al barile (1,09 dollari sopra i livelli della vigilia). (l.s.)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti