New York torna a salire, i bond a calare

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Maggio 2013 | 14:46

Buoni dati macro spingono gli investitori a Wall Street tornare a comprare titoli azionari e future sul petrolio e a vendere T-bond e oro. Il risultato è una ripresa della corsa degli indici della borsa di New York


FIDUCIA E PREZZI DELLE CASE IN CRESCITA, WALL STREET TORNA A CORRERE – Giornata partita all’insegna di un deciso recupero anche a Wall Street, ieri chiusa per festività, che allo scoccare della prima ora di lavoro vede l’indice Dow Jones a +1,40%, mentre l’S&P500 oscilla a +1,44% al pari del Nasdaq e le small cap del Russell 2000 guadagnano il 2,14%. Merito anche dei dati macro odierni che hanno visto la fiducia dei consumatori riportarsi sui massimi dal 2008 e i prezzi delle case segnalati dall’indice S&P/Case-Shiller guadagnare il 10,9% rispetto al marzo 2012 (il massimo incremento su base annua dall’aprile 2006). Dati che al contempo causano un  nuovo in calo dei T-bond, col rendimento del decennale che rimbalza sul 2,10% (dal 2,01% di venerdì) e quello del trentennale sul 3,25% (dal 3,17%). L’oro cala ancora a 1378,40 dollari l’oncia (4,2 dollari meno dell’ultima chiusura), l’argento resta sui 22,31 dollari (solo 2 centesimi di perdita) e il petrolio rimbalza a 95,45 dollari al barile (1,53 dollari sopra i livelli della scorsa settimana).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti