Ubs: meno banker ma meglio pagati

A
A
A
di Luca Spoldi 31 Maggio 2013 | 09:38

Dopo anni di salari congelati Ubs, impegnata a ridurre di 10 mila unità il numero dei suoi dipendenti, avrebbe varato incrementi medi attorno al 9% per gli addetti della divisione banca d'affari

UBS TORNA AD AUMENTARE I COMPENSI DEI SUOI BANCHIERI D'AFFARI – Capita anche questo nel “rutilante mondo” della finanza mondiale. Ubs, che solo lo scorso anno ha annunciato di voler tagliare 10 mila posti di lavoro per ridurre i costi operativi del gruppo, sta nuovamente alzando le retribuzioni della divisione banca d’investimento per non farsi sottrarre i migliori banker dalla concorrenza, secondo quanto riferisce l’agenzia Bloomberg citando “tre fondi a conoscenza della vicenda”. Gli aumenti, che dovrebbero essere in media attorno al 9%, inizieranno a partire da questa settimana aggiunge l’agenzia ricordando come già da alcuni anni il gruppo svizzero avesse congelato i compensi ai propri banker, finendo in alcuni casi con perdere personale a vantaggio di concorrenti diretti come Jp PMorgan Chase & Co. e Morgan Stanley.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banco Bpm rialza la testa in scia ai rumors sull’M&A. I prossimi target tecnici

Fca apre un gap rialzista in scia ai rumors sull’interesse di Renault/Nissan

Banca popolare di Bari: cessioni, cavaliere bianco o spezzatino?

NEWSLETTER
Iscriviti
X