Di tonfo in tonfo Tokyo sempre più lontana dai picchi di maggio

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Giugno 2013 | 07:28

Il 22 maggio l'indice Nikkei225 valeva oltre 15.600 yen, con oggi è sceso appena oltre la soglia dei 13.000 punti. A pagare dazio oggi sono i titoli dell'energia come Tepco e Kansai Electric


IL PIL AUSTRALIANO FA CRESCERE I TIMORI DEGLI INVESTITORI – Continua la serie di “tonfi” del listino di Tokyo, che oggi lascia sul terreno un altro 3,83% con l’indice Nikkei225 che torna a 13.014,87 yen, oltre 2.500 punti sotto il picco del 22 maggio scorso quando l’indice aveva chiuso a quota 15.627,26. Male anche Hong Kong (-1,5%) mentre rifiata Shanghai (-0,03%) in una giornata in cui è stato reso noto il Pil australiano del primo trimestre, cresciuto “solo” dello 0,6% ossia del 2,5% su base annualizzata, un dato inferiore alle attese di consensus (pari a +0,7% e +2,7% rispettivamente). Tra le blue chip giapponesi cade Tepco (-16,3%) con anche Fast Retailing, Kansai Electric Power e Trend Micro in rosso tra gli 8 e i 9 punti a testa. Uniche tre blue chip in rialzo sono così a fine giornata Dentsu, Isuzu Motor e Isetan Mitsukoshi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti