New York sottotono tra S&P’s e dati macro cinesi

A
A
A
di Luca Spoldi 10 Giugno 2013 | 21:27

L'agenzia riporta a stabile (da negativo) l'outlook sul rating a lungo termine sul debito Usa, ma i dati macro in arrivo dalla Cina preoccupano gli investitori, risultato: indici azionari poco mossi e T-bond in calo


INVESTITORI PRUDENTI A NEW YORK – Inizio di settimana sottotono a New York, complici anche i deludenti dati macro cinesi e nonostante il miglioramento dell’outlook di Standard & Poor’s sul rating americano (che resta AA+) da “negativo” a “stabile”, col Dow Jones che a fine giornata segna -0,06%, mentre l’S&P500 resta a -0,03%, il Nasdaq guadagna lo 0,13% e le small cap del Russell 2000 chiudono a +0,51%. Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale riportarsi sul 2,21% (dal 2,18% di venerdì) e quello del trentennale sul 3,37% (dal 3,34%). L’oro risale a 1385,7 dollari l’oncia (4,2 dollari sopra l’ultima chiusura), l’argento chiude a 21,84 dollari (27 centesimi di recupero), mentre il petrolio scivola sui 95,76 dollari al barile (88 centesimi sotto l’ultimo fixing).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti