Dopo i dati macro New York chiude in rialzo

A
A
A
di Luca Spoldi 7 Giugno 2013 | 21:10

I non farm payrolls confermano che la ripresa si va gradualmente rafforzando, per questo gli indici azionari e il petrolio ripartono, mentre oro e T-bond tornano a perdere quota


ORO DI NUOVO IN CALO, PETROLIO SOPRA I 26 DOLLARI AL BARILE – Il dato dei “non farm payrolls” (posti di lavoro non agricoli, ndr) di maggio non dispiace a Wall Street mentre deprime i bond in quanto indica che l’economia va riprendendosi sia pure gradualmente e dunque il sostegno della Fed prima o poi andrà a ridursi. Così a fine giornata il Dow Jones guadagna l’1,38%, mentre l’S&P500 sale dell’1,28%, il Nasdaq segna +1,32% e le small cap del Russell 2000 sono fissate a +0,83%, mentre i T-bond vedono il rendimento del decennale risalire sul 2,18% (dal 2,08% di ieri) e quello del trentennale sul 3,34% (dal 3,24%). L’oro cala nuovamente a 1381,5 dollari l’oncia (31,1 dollari sotto l’ultima chiusura), l’argento arretra a 21,57 dollari (87 centesimi di perdita), mentre il petrolio dopo un avvio incerto rimbalza sui 96,24 dollari al barile (1,47 dollari sopra il precedente fixing).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti