Pimco giudica probabile al 60% una nuova recessione mondiale entro 3-5 anni

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Giugno 2013 | 11:47

Gli esperti spiegano che la frequenza delle fasi recessive aumenta quando l'indebitamento è elevato e in fase calante, proprio come adesso


TANTO DEBITO NON FA BENE ALLA CRESCITA – Secondo gli esperti di Pacific Investment Management Co. (Pimco), il maggior gestore attivo di fondi obbligazionari al mondo, c'è una probabilità pari al 60% che entro i prossimi 3-5 anni si registri una nuova recessione mondiale, che rallenterà la crescita ma manterrà l’inflazione sotto controllo, aumentando però la volatilità economica. Questo perché i cicli economici globali sono di una durata attorno ai 5-6 anni e tendono ad accorciarsi, riproponendo dunque fasi recessive quando il livello di indebitamento è elevato e in calo, come ora, rispetto a quando è modesto e in crescita.

Qui l'intervista a Saumil Parikh, managing director di Pimco.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti