New York perde quota, male anche oro e petrolio

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Giugno 2013 | 13:50

Il calo dello yen e i timori sul sostegno che le banche centrali potranno ancora dare alla crescita riportano vendite su azioni e titoli di stato americani. Male anche preziosi e petrolio


LE INCERTEZZE RIAFFIORANO TRA GLI INVESTITORI AMERICANI – Il recupero dello yen sul dollaro dopo l’immobilismo della BoJ rispetto ad attese per l’annuncio di ulteriori misure monetarie espansive, assieme ai timori sull’andamento della crescita in Cina e nei mercati emergenti pesano anche sugli indici di Wall Street, che dopo i primi scambi sono subito in rosso. Il Dow Jones segna infatti -0,95%, mentre l’S&P500 è indicato a -1,16 e il Nasdaq cede l’1,26%, con Monsanto, Amd e eBay tra i migliori, mentre perdono quota titoli come GameStop e Cognizant Technology Solutions. Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale oscillare sul 2,22% (dal 2,21% di ieri) e quello del trentennale restare sul 3,37% (invariato). L’oro cala a 1370,5 dollari l’oncia (15,2 dollari sotto l’ultima chiusura), l’argento è visto a 21,57 dollari (27 centesimi di perdita), mentre il petrolio scivola sui 94,29 dollari al barile (1,47 dollari sotto l’ultimo fixing).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti