Usa: Pil secondo trimestre rivisto al rialzo, +2,5%

A
A
A
di Luca Spoldi 29 Agosto 2013 | 13:26

Nuova conferma della forza dell'economia americana che pare in grado di contrastare efficacemente i tagli alla spesa pubblica e l'incremento delle tasse. Gli analisti si attendevano in media un rialzo del 2,2%

IL PIL USA CRESCE OLTRE LE ATTESE NEL SECONDO TRIMESTRE – L’economia Usa continua a produrre dati altalenanti: questa volta è il Pil ad essere cresciuto oltre le attese segnando +2,5% su base annualizzata nel secondo trimestre dell’anno, rispetto ad una stima iniziale di +1,7% e contro un’attesa di consensus per +2,2%. Il miglioramento sembra dunque confermare che la crescita americana riesce a contrastare il taglio delle spese pubbliche e le maggiori tasse imposte dal “sequester”, mentre i miglioramenti del mercato del lavoro e dei prezzi degli immobili visti in questi mesi dovrebbero sostenere l’andamento dei consumi (che pesano per il 70% del Pil) anche nei prossimi trimestri, inducendo probabilmente la Federal Reserve a rallentare quanto prima i suoi acquisti di T-bond sul mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ripresa in Europa e Usa, un quarto trimestre da dimenticare

Dalla riunione della Bce ai dati sulla produzione industriale, l’agenda della settimana

Vaccini, il “Jurassic Park” dei mercati

NEWSLETTER
Iscriviti
X