Busta paga: dal 2014 aumenti tra i 100 e i 200 euro annui

A
A
A
di Redazione 15 Ottobre 2013 | 08:33

Uno sgravio fiscale in busta paga, tutto in un’unica soluzione, entro la primavera del 2014. Ecco a cosa stanno lavorando i tecnici del governo

LE IPOTESI AL VAGLIO – Sul tavolo dei tecnici del governo l’ipotesi di “appesantire” le buste paga. Una misura – contenuta nella Legge di Stabilità – che dovrebbe entrare in vigore nella primavera dell’anno prossimo. I risultati però non sono troppo esaltanti: in media entrerebbero in busta paga appena 150-200 euro netti in più all’anno nella migliore delle ipotesi, dovute al fatto che il taglio del cuneo fiscale sarà per un totale tra i 3-5 miliardi di euro.

LAVORO DIPENDENTE – I contribuenti con redditi da lavoro dipendente fra zero e 55 mila euro lordi annui (circa 2.800 euro netti al mese), spiega il Corriere della Sera, sono infatti quasi 20 milioni (il 95% del totale), compresi circa 3 milioni di soggetti che non pagano l’Irpef o perché hanno redditi molto bassi (incapienti) o perché azzerano l’imposta grazie a detrazioni e deduzioni. Se si suddividono 3 miliardi per 20 milioni si ottiene appunto un bonus di 150 euro medi da articolare in base al reddito.

RESTRINGERE LA PLATEA – Per far lievitare il bonus, ferma restando la torta di 3 miliardi, bisognerebbe restringere la platea dei beneficiari, fermandosi a livelli di reddito inferiori. Ma senza grandi risultati. Fermarsi a 40 mila euro lordi (2.180 euro netti al mese), per esempio, restringerebbe la platea di appena un milione di contribuenti e il bonus medio salirebbe di poco, a 158 euro.

IMPRESE E LAVORATORI AUTONOMI – Per quanto riguarda le imprese e i lavoratori autonomi, si ipotizza il rafforzamento degli sgravi Irap legati al costo del lavoro e alle assunzioni a tempo indeterminato, il taglio dei premi Inail e nuovi bonus per chi assume giovani svantaggiati da finanziare ancora con i fondi strutturali europei. Anche qui il problema è che le risorse sono poche. A fronte dei 10 miliardi chiesti dalla Confindustria ce ne sarebbero 2-2,5 nel 2014. Ma non pare ci siano alternative.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Tfr, niente benefici dalla bassa inflazione

Assunzioni agevolate 2016: solo al 40% e per due anni

Tfr in busta paga: ecco in quanti hanno aderito

NEWSLETTER
Iscriviti
X