Terremoto nella Old England: una donna guida i Lloyd’s

A
A
A
di Redazione 18 Dicembre 2013 | 14:01

È la prima volta in 325 anni di storia della compagnia di assicurazione che fattura 2,7 miliardi di sterline

ALLA GUIDA DEI LLOYD’S – Per la prima volta nei loro 325 anni di storia, i Lloyd’s di Londra hanno nominato una donna come ceo, chief exective officer, ovvero amministratore delegato: è Inga Beale, 50 anni, single, niente figli, cresciuta nel ramo delle assicurazioni e della finanza fino a occupare una delle poltrone più importanti della City. Guiderà un’azienda che lo scorso anno ha fatto 2 miliardi e 700 milioni di sterline (3 miliardi e 300 milioni di euro) di profitti e che assicura di tutto: navi, case, opere d’arte, perfino le gambe di calciatori e la voce di cantanti famosi.

CONSERVATORISMO MASCHILE – Fino agli anni ’70 i Lloyd's di Londra erano un bastione del conservatorismo maschile: tra i suoi broker non figurava una sola donna. La prima fece la comparsa nel 1973, ma fino a metà degli anni ’80 vigeva per loro il divieto di indossare i pantaloni: al lavoro potevano venire soltanto in gonna, come per sottolineare che erano qualcosa di diverso.

CDA POCO FEMMINILE – L’arrivo di una donna al vertice della compagnia di assicurazioni nata in un coffee shop londinese nel 1688 per aiutare i mercanti dell’epoca ad assicurare le navi che spedivano in giro per il mondo è una svolta. Il 37 per cento dei dipendenti dei Lloyd's oggi sono di sesso femminile, ma nel consiglio di amministrazione c’era una sola donna su dodici membri (ora con Inga diventeranno due).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Londra torna regina delle Borse

Immobiliare di pregio, Londra di nuovo al centro degli investimenti

Al via a Londra l’Italian Equity Roadshow 2020 di Borsa Italiana. 22 le società presenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X