Assogestioni, undicesimo mese in positivo per l’industria del risparmio

A
A
A
di Redazione 23 Dicembre 2013 | 14:44

Secondo gli ultimi dati diffusi da Assogestioni, le sottoscrizioni nette si sono attestate nel penultimo mese dell’anno a 4,8 miliardi di euro.

4,8 MILIARDI – L’industria italiana del risparmio gestito ha chiuso il mese di novembre con un ulteriore miglioramento rispetto a ottobre. Secondo gli ultimi dati diffusi da Assogestioni, le sottoscrizioni nette si sono attestate nel penultimo mese dell’anno a 4,8 miliardi di euro (3,6 miliardi il dato di ottobre). Le sottoscrizioni nette totali toccano così i 65,5 miliardi di euro negli undici mesi, recuperando abbondantemente i deflussi del 2012 e 2011 (-52,635 miliardi): finora, segnala Assogestioni, il 2013 è il miglior anno dal 1999. Il patrimonio in gestione al settore si porta così a quota 1.333 miliardi di euro, di cui il 45% in mano alle gestioni collettive (599 miliardi) e il 55% affidati alle gestioni di portafoglio (734 miliardi).

BENE I FONDI APERTI – Analizzando nel dettaglio la raccolta di novembre, si evidenzia ancora una volta il forte contributo dei fondi aperti, che hanno registrato sottoscrizioni nette mensili pari a 4,27 miliardi di euro, mentre il totale da inizio 2013 è di 46 miliardi di euro. A distinguersi in novembre all’interno di questa categoria di prodotti sono stati soprattutto i fondi flessibili, con 2,8 miliardi di raccolta (26,5 miliardi da inizio anno), mentre i fondi azionari hanno attratto risorse per 615 milioni di euro (3,9 miliardi da gennaio), i bilanciati per 497 milioni (6,1 miliardi negli 11 mesi) e gli obbligazionari per 406 milioni, contro il rosso di 652 milioni di ottobre (12,4 miliardi il dato da inizio anno).

GESTIONI DI PORTAFOGLIO – Chiudono il quadro i fondi hedge con 45 milioni, i monetari con -150 milioni e i prodotti non classificati con -12 milioni. A livello di domiciliazione geografica dei fondi comuni, le preferenze degli investitori hanno premiato ancora una volta i prodotti di diritto estero, su cui sono affluiti 3,1 miliardi di euro (35,5 miliardi da gennaio), mentre i fondi di diritto italiano hanno raccolto a novembre circa 1,1 miliardi (10,4 miliardi da gennaio). Considerando anche i 14 milioni affluiti nelle casse dei fondi chiusi (-76 milioni negli 11 mesi), la raccolta netta delle gestioni collettive si attesta a 4,28 miliardi di euro a novembre (in decisa ripresa rispetto agli 1,5 miliardi di ottobre) e a 45,9 miliardi da gennaio. In calo invece le sottoscrizioni registrate dalle gestioni di portafoglio: 501 milioni a novembre contro i 2,1 miliardi di ottobre (19,5 miliardi il dato da inizio anno). In particolare, le gestioni istituzionali hanno raccolto 495 milioni (17,5 miliardi da gennaio), mentre le gestioni retail hanno portato a casa solo 6 milioni di euro a novembre (circa 2 miliardi da inizio anno).

Sintesi del mese (fonte: Assogestioni):

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X