Piazza Affari la migliore d’Europa, le Borse promuovono Renzi

A
A
A
di Redazione 17 Febbraio 2014 | 07:24

Una seduta trainata dai dati Istat sul Pil italiano e sul probabile nuovo governo a guida Matteo Renzi.

BORSE IN POSITIVO – Piazza Affari chiude la settimana in positivo con una performance, quella di oggi, la migliore d'Europa. Una seduta trainata dai dati Istat sul Pil italiano e sul probabile nuovo governo a guida Matteo Renzi. In generale tutti i principali listini europei chiudono la settimana in positivo spinti dall'andamento migliore del previsto del Pil della zona euro nell'ultimo trimestre 2013 dove anche l'Italia ha rivisto un segno positivo (+0,1%) a due anni e mezzo dall'ultima volta.

SPREAD SOTTO I 200 PB – Parigi e Francoforte hanno guadagnato attorno al mezzo punto percentuale mentre ha fatto decisamente meglio Milano dove il Ftse Mib è salito dell'1,62% sfiorando i 20.500 punti, ai massimi da luglio 2011. Bene anche lo spread sceso sotto i 200 punti base. Il rendimento del decennale italiano al 3,68%. Il differenziale tra i titoli a 10 anni spagnoli e tedeschi termina a 190 punti base con il tasso dei Bonos al 3,58%.

TITOLI IN EVIDENZA – Fra i titoli in maggiore evidenza a Piazza Affari, Finmeccanica che ha guadagnato il 4,99% sull'ipotesi che venga costituito un veicolo da cedere al Fondo strategico della Cdp in cui far confluire Ansaldo Breda e la partecipazione del 40% in Ansaldo Sts (-4,09%). Bene anche banche e industriali, su tutti il Banco Popolare (+4,02%), Cnh (+3,68%) e Fiat (+2,8%). Debole Luxottica (-1,52%) sulle ipotesi che l'a.d. Andrea Guerra vada a fare il ministro del governo Renzi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X