Citi, i sette migliori titoli su cui puntare nei prossimi mesi

A
A
A
di Redazione 2 Luglio 2014 | 13:46

La Focus list realizzata dagli analisti di Citi è composta dalle blue chip europee con le migliori prospettive nei prossimi 12 mesi.

Secondo quanto riporta il sito di Milano Finanza, gli analisti di Citigroup hanno realizzato una lista composta dalle blue chip europee con le migliori prospettive nei prossimi 12 mesi. Visto che la liquidità è un criterio di selezione sono state escluse in questo caso le mid e small cap, che in molti casi possono avere un elevato potenziale di rialzo. Ecco i titoli con rating buy (comprare).

1)Siemens. La società è stata inserita nella Focus list al posto di BAT, poiché la nomina di Joe Kaeser come amministratore delegato porterà consistenti vantaggi. Applicando il modello del dcf (discounted cash flow) si arriva a una valutazione di 121 euro, ma il target price è stato fissato con uno sconto del 10% a 110 euro, che implica dalle quotazioni attuali un margine di rialzo del 14,6%.

2)Renault. Giudizio buy con target price 88 euro, che lascia un margine di crescita del 28,6% dalle quotazioni attuali (68,4 euro). Il gruppo guidato da Charlos Ghosn, che capitalizza 20 miliardi di euro, ha battuto di recente le aspettative anche senza sfruttare pienamente i vantaggi delle piattaforme comuni con Nissan e Daimler. Negli ultimi 12 mesi il total return del titolo (performance+rendimento della cedola) è stato del 41%.

3)Akzo Nobel. Prezzo obiettivo di 65 euro, del 20% superiore alle quotazioni attuali per il gruppo chimico che grazie al cambio di management, con l’arrivo del nuovo ceo Ton Buechner, è meglio posizionato per incrementare la redditività e il cash flow. In un anno il titolo ha reso (total return) il 26,6%.

4)Aviva. Il gruppo assicurativo (ramo danni e vita), che capitalizza 25 miliardi di dollari, dopo aver garantito in un anno un total return del 53%, ha secondo gli specialisti della banca d’affari Usa un margine di rialzo del 14,6% rispetto al prezzo obiettivo di 5,90 sterline. La strategia incentrata sul controllo delle spese e la razionalizzazione del business porterà infatti ulteriori vantaggi rispetto a quelli visti finora.

5)BHP Billiton. Il colosso minerario guidato da Andrew Mackenzie si sta muovendo nella giusta direzione, puntando su una migliore allocazione del capitale e sul controllo degli investimenti. Il prezzo obiettivo di 21 sterline è dell’8,8% superiore alle quotazioni attuali, ma potrebbe essere incrementato se migliorasse lo scenario di settore. In un anno il titolo ha offerto un total return del 17%.

6)Continental. Il target price è 210 euro, contro una quotazione attuale di 169 euro (+24%) per il gruppo tedesco del settore automotive, che capitalizza 33,8 miliardi di euro. Dopo un primo trimestre positivo sono attesi ulteriori progressi sul fronte della redditività e dei dividendi. Negli ultimi 12 mesi il titolo ha registrato un ritorno totale del 68%.

7)Roche. Rating buy (comprare) per il colosso elvetico dei farmaci guidato da Severin Schwan che capitalizza oltre 227 miliardi di franchi svizzeri.Il prezzo obiettivo di 300 franchi implica un margine di apprezzamento del 13,3% dalle quotazioni attuali per il titolo che storicamente viene scambiato a premio rispetto alla media settoriale. In un anno ha reso (total return) il 16,3%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X