Dati macro e trimestrali tengono impegnati gli investitori

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Luglio 2014 | 15:44

Pioggia di dati macro e trimestrali a Wall Street: quello che emerge è un quadro in chiaroscuro che induce gli investitori a mostrare una certa prudenza mentre gli indici si muovono attorno ai freschi massimi storici

TRIMESTRALI E DATI MACRO SOTTO I RIFLETTORI – Inizio di seduta prudente per Wall Street, dove gli indici restano vicino ai massimi storici mentre gli investitori soppesano da un lato la buona trimestrale di Facebook e quelle più deludenti di Caterpillar e At&t, dall’altro un calo delle richieste di sussidi di disoccupazione, la scorsa settimana, sul minimo degli ultimi otto anni e però anche meno case vendute in giugno rispetto alle attese (ed una marcata revisione al ribasso del dato di maggio).

INDICI FERMI SUI LIVELLI DI IERI – Tanta carne al fuoco che dipinge uno scenario ricco di chiaroscuri e porta il Dow Jones a oscillare a +0,09%, l’S&P500 a mantenersi a +0,06%, il Nasdaq a frenare leggermente (-0,08%) e le small cap del Russell 2000 a confermarsi appena sopra i livelli di ieri (+0,07%). Dal canto loro i T-bond i T-bond vedono il rendimento del titolo decennale risalire sul 2,51% e quello del trentennale sul 3,30%. L’oro scivola sui 1294 dollari l’oncia (14 dollari meno di ieri), l’argento è indicato a 20,60 dollari (39 centesimi di perdita) e il petrolio cala sui 102,60 dollari al barile (0,41 dollari meno dell’ultimo fixing).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, azioni: ecco cosa dice la statistica per il mese di aprile

Mercati, tassi Usa e Wall Street: ecco le correlazioni a cui fare attenzione

Mercati: l’America First di Wall Street

NEWSLETTER
Iscriviti
X