Sette titoli per puntare sul settore dei media

A
A
A
di Redazione 30 Settembre 2014 | 07:56
I consigli degli esperti di Morgan Stanley sulle mid cap attive nel business media e pubblicità con i relativi prezzi obiettivo
L’offerta della società nipponica di tlc Softbank per la Dreamworks Animation, che ha registrato un balzo della quotazione del 25%, ha riacceso i riflettori sul settore. Ecco, secondo gli analisti di Morgan Stanley, le mid cap confrontabili nel business media e pubblicità con i relativi prezzi obiettivo, come riportato dal sito di Milano Finanza.
1. Pandora Media
La internet radio guidata da Brian McAndrews merita un target price di 27 dollari, con rating neutrale (equalweight). Nell’ipotesi bullish (ottimista) il prezzo può però toccare 51 dollari. Sul listino di New York, in un anno ha registrato un total return (performance più rendimento della cedola) negativo (-4%). Il titolo tratta 57,1 volte gli utili stimati nel 2015, a fronte di un rapporto p/bk in calo da 9 nel 2014 a 7,9 nel 2015. 
 
2. Regal Entertainment
Il gruppo, che controlla e gestisce la maggiore rete di cinema negli Usa, è correttamente valutato, secondo gli specialisti della banca d’affari americana, 20 dollari, che è in linea con le quotazioni attuali. Il rating è underweight (sottopesare). Il titolo in un anno ha garantito un ritorno totale del’11%. Il p/e 2015 è 15,8, in calo da 22,9 del 2014. Attraente il rendimento della cedola: 4,4% nell’esercizio 2014 e 4,8% nel 2015.
3. Cinemark holding 
Il target price è 36 dollari, con rating neutrale (equalweight). Nello scenario ottimista può però arrivare a 43 dollari. A Wall Street in un anno ha registrato un total return del 12,5%. Il titolo viene scambiato 16,1 volte gli utili stimati nel 2015, a fronte di un rapporto p/bk in calo da 3,4 nel 2014 a 3 nel 2015. Il dividend yield è intorno al 3%.
4. Lamar Advertising
Il titolo è valutato 56 dollari, contro quotazioni attuali intorno a 50. Il rating è neutrale (equalweight), con target 66 dollari nell’ipotesi bullish. Il titolo in un anno ha realizzato un ritorno totale del 7,9%. Il p/e 2015 è 19,7, in decisa riduzione da 28,3 del 2014. Infine il roe 2015 è stimato 24,8% (da 17,6% del 2014).
5. CBS Outdoor Americas
È una delle maggiore società di pubblicità out of home, che opera negli Stati Uniti, Canada, Messico e Sud America. Il rating è neutrale, con target price 37 dollari, che nello scenario ottimista può salire a 43. Il titolo tratta 28,8 volte gli utili stimati nel 2015, a fronte di un rapporto p/bk stabile e intorno a 2,5. Molto elevato il rendimento della cedola (6,5% nel 2014 e 5,9% nel 2015).
6. Omnicom Group 
Il titolo è correttamente valutato 76 dollari (88 nell’ipotesi bullish), contro una quotazione attuale intorno a 70. Il rating è neutrale. Il titolo negli ultimi 12 mesi ha garantito un ritorno totale del’10,3%. Il p/e 2015 è 14,7 da 16,5 del 2015. Il dividend yield è intorno al 3%.
7. Interpublic Group 
Il target price è 20 dollari, che nello scenario ottimista può salire a 24, con rating neutrale. Sul listino Usa il titolo tratta 16,3 volte gli utili stimati nel 2015, a fronte di un rapporto p/bk stabile e intorno a 3,3. La redditività (roe) migliora dal 18,9 al 20,9%, mentre il rendimento della cedola è 2%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X