Iniziano a crescere le emissioni di minibond

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Ottobre 2014 | 14:05

Lo strumento dei "minibond" inizia a riscuotere un certo successo presso emittenti e investitori. Solo in questi ultimi giorni sono arrivate sul mercato tre nuove emissioni per complessivi 18 milioni di euro

18 MILIONI IN TRE – Momento positivo per i “mini bond” italiani: gli ultimi ad aver annunciato emissioni di tali strumenti sono MepGroup (leader nella produzione di macchine e impianti per il taglio dei metalli), con una emissione da 5 milioni di euro,  scadenza ottobre 2019, che paga una cedola del 5,75%, Usco (componentistica per macchine movimento terra), con un bond da 5 milioni e cedola del 6,3%, titoli interamente sottoscritti dal fondo Minibond PMI Italia di Finint Investments Sgr, dedicato appunto ai minibond, e Inglass (stampi  per manufatti plastici del settore auto motive), con un’emissione da 8 milioni di euro, scadenza 2012, cedola del 5,9%. Tutte e tre le emissioni sono tipo “amortizing”, ossia prevedono un rimborso periodico del capitale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: le opportunità della duration lunga sui bond

Mercati, bond: le nuove emissioni governative e corporate sotto la lente

Mercati: Pil Usa oggi sotto i riflettori

NEWSLETTER
Iscriviti
X