Inflazione sempre più giù anche in Gran Bretagna

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Ottobre 2014 | 11:18

I prezzi continuano a calare, e più rapidamente del previsto, pure in Gran Bretagna dove il governatore della Bank of England, Mark Carney, potrebbe mantenere i tassi sui minimi storici ancora per molti mesi

ANCHE IN GRAN BRETANA L’INFLAZIONE E’ IN CALO – Di inflazione non se ne vede in giro per l’Europa e non si tratta solo dell’eurozona. In Gran Bretagna a settembre l’indice dei prezzi al consumo è risultato in aumento dell’1,2% su base annua (dall’1,5% segnato a fine agosto), toccando il minimo dal 2009, complici i cali registrati dai prezzi dei prodotti petroliferi ed energetici in genere. Il dato è inferiore alle attese (il consenso indicava +1,4%) e visto che anche l’inflazione “core” (ossia depurata per non tener conto delle variazioni di prezzo di bene energetici e alimentari, particolarmente volatili) è rimasta stabile sui minimi degli ultimi cinque anni, secondo molti il governatore della Bank of England, Mark Carney, avrà la possibilità di mantenere più a lungo di quanto finora previsto i tassi sulla sterlina fermi da anni sul minimo storico dello 0,5%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ripresa in Europa e Usa, un quarto trimestre da dimenticare

Dalla riunione della Bce ai dati sulla produzione industriale, l’agenda della settimana

Vaccini, il “Jurassic Park” dei mercati

NEWSLETTER
Iscriviti
X