Milano ancora incerta dopo i tonfi di Wall Street e Tokyo

A
A
A
di Luca Spoldi 6 Gennaio 2015 | 08:48

La "tempesta perfetta" vista ieri sui listini azionari europei e a Wall Street prosegue stamane in Asia con Tokyo in rosso del 3% a fine giornata. A Milano rimbalzano Enel ed Enel Green Power, cede ancora Eni

PARTENZA ANCORA DEBOLE – Ancora una partenza incerta per le borse europee e Milano in particolare, dove dopo una mezzora di lavoro l’indice Ftse Mib cede lo 0,51%, mentre il Ftse Italia All-Share oscilla a -0,52% e il Ftse Italia Star scivola in rosso dello 0,35% dopo la “tempesta perfetta” provocata ieri dal calo delle quotazioni petrolifere, dai dati sull’inflazione tedesca e dal “rischio contagio” proveniente dalla Grecia. Tensioni che hanno portato anche a Wall Street molti a prendere profitto tanto che il Dow Jones a chiuso a -1,86%, l’S&P500 a -1,83% e il Nasdaq a -1,57%, così come a Tokyo dove stamane il Nikkei225 ha ceduto il 3,012% a 16.883 yen, mentre Hong Kong ha chiuso a -0,99% e Shanghai è rimasto a +0,03%.

ENEL SI RIPRENDE, ENI CALA ANCORA – Tra le blue chip italiane si notano stamane alcuni rimbalzi come quelli di Enel Green Power ed Enel, entrambe in rialzo di oltre il 2%, mentre anche Yoox, Tenaris e Telecom Italia guadagnano ampiamente oltre il punto percentuale. Chi ancora soffre è Eni, che come Snam cede poco più di mezzo punto percentuale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari, Del Vecchio-Caltagirone: rischio concerto?

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

Scudetto a rischio e coppe incerte: la Juve sale, frena la Lazio in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X