Cnh Industrial brilla, Saipem affonda

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Gennaio 2015 | 17:48

Piazza Affari parte in sordina, per poi vivere una seduta di alti e bassi. Al nuovo tonfo di Saipem, che perde quasi 10 punti in scia al calo del petrolio, si contrappone il rialzo di Atlantia e Cnh Industrial


Seduta partita in sordina ma vissuta poi tra continui alti e bassi a Piazza Affari, dove a fine seduta il Ftse Mib guadagna lo 0,95%, mentre il Ftse Italia All-Share chiude a +0,79% e il Ftse Italia Star resta fermo a -0,07%.

GIORNATA IN ALTALENA – Tra le blue chip torna ad allungare il passo Cnh Industrial (mentre anche Fiat Chrysler Automobiles recupera terreno dopo la notizia del rientro di tutti i 5.418 lavoratori in cassa integrazione allo stabilimento di Melfi, grazie alle buone vendite dei modelli prodotti), davanti ad Atlantia, per la quale si parla di una possibile futura cessione di una quota del 30%-40% della controllata Autostrade per l’Italia, e Pirelli, tutte tra il 3,3% e il 2,7% di rialzo. Nuovo tonfo invece per Saipem che sfiora il -10% a fine seduta a 7,205 euro per azione, dopo essere anche stato sospeso al ribasso sotto tale livello. Ribassi oltre il 2,5% anche per Mps e Tenaris, con Banco Popolare che cede 2 punti percentuali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X