Milano recupera terreno, tanti gli spunti operativi

A
A
A
di Luca Spoldi 29 Gennaio 2015 | 17:16

Una giornata apertasi sottotono si è rivelata ricca di dati macro e trimestrali, con anche voci di operazioni straordinarie e possibili modifiche ad operazioni annnciate da tempo. Risultato: volatilità e indici in crescita

MILANO CHIUDE IN LIEVE RIALZO – Giornata ricca di alti e bassi dopo una partenza sottotono per Piazza Affari che a fine seduta vede il Ftse Mib recuperare lo 0,56%, il Ftse Italia All-Share a +0,49% e il Ftse Italia Star scivolare in rosso dello 0,11%. Mentre i timori su un epilogo doloroso della crisi greca restano a livelli di guardia, l’attenzione degli operatori si è divisa tra nuovi dati macro (inflazione tedesca in gennaio pari a -0,5% su base annua), voci di operazioni straordinaria (si parla di un interesse della svizzera Dufry per acquisire il 51% di World Duty Free in mano alla famiglia Benetton) e possibili revisioni in corso di operazioni annunciate da tempo (Mps potrebbe dover aumentare il capitale più dei 2,5 miliardi fin qui preventivati).

BUON DEBUTTO PER IWB, MA A VOLARE E’ WDI – Tra le blue chip italiane hanno brillato, nel giorno in cui la prima “matricola” del nuovo anno, Italian Wine Brands (Iwb) ha debuttato col botto chiudendo a +8,1%, oltre a World Duty Free (+8,98%) e Campari (+4,11%) hanno chiuso in deciso rialzo Stm, Finmeccanica e Cnh Industrial, mentre insieme a Mps (-5,65%) hanno ceduto più del 4% Saipem e Tenaris, colpite dalla deludente trimestrale di Shell oltre che dal persistere della debolezza delle quotazioni del greggio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: Piazza Affari resta una valida opportunità. Ecco perchè

Piazza Affari non è un posto per giovani: tra manager eterni e poco ricambio generazionale

Mercati: Piazza Affari si tinge sempre più di green

NEWSLETTER
Iscriviti
X