Tokyo recupera, ma Shanghai perde ancora

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Dicembre 2015 | 11:47

I deludenti dati macro cinesi e alcuni scandali finanziari continuano a colpire i listini cinesi di Shanghai, Shenzen e Hong Kong. In recupero invece Tokyo, anche se ovunque i volumi appaiono modesti

ANCORA IN CALO I LISTINI CINESI – La delusione legata ai deboli dati macro cinesi (a novembre la produzione industriale ha registrato il sesto mese consecutivo di declino) continua a pesare sui listini dell’Asia, anche se Tokyo trova la forza di chiudere in rialzo dello 0,56% (indice Nikkei225 a 18.873,35 yen). Shanghai ha infatti perso stamane il 2,59%, Shenzen il 2,18% e Hong Kong lo 0,99%.

A TOKYO BRILLA PANASONIC – Tra le blue chip in evidenza, a Tokyo, si sono notate Panasonic (+3,8%), che starebbe valutando l’apertura di un nuovo impianto in Cina per fabbricare batterie per il settore automobilistico; bene anche Takashimaya, grazie a buoni risultati trimestrali (a fine novembre), e Toray Industries (+1,7%), sulle attese di una crescita dei profitti dei nove mesi (a fine novembre) di oltre il 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Nikkei225 in forte rialzo dopo rassicurazioni di Draghi

NEWSLETTER
Iscriviti
X