Milano in calo, sui titoli pesano trimestrali e giudizi dei broker

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Maggio 2016 | 15:51

Le trimestrali influenzano pesantemente la giornata di Piazza Affari: se numeri migliori delle attese fanno correre Moncler, trimestrali in chiaroscuro fanno arretrare Banco Popolare e Bpm

MILANO CHIUDE IN CALO DI UN PUNTO – L’avvio in calo di circa mezzo punto di Wall Street non ha certo aiutato, ma a Piazza Affari oggi pesano soprattutto trimestrali poco brillanti e prospettive di aumenti di capitale diluitivi o comunque di difficile attuazione per il comparto bancario. A fine giornata il Ftse Mib cede infatti l’1,28%, il Ftse Italia All-Share l’1,13% mentre l’indice Ftse Star sale dello 0,64%.

MONCLER BRILLA, CADONO BANCO POPOLARE E BPM – Tra i singoli titoli Moncler brilla (+4,6%) grazie a una buona trimestrale, Leonardo Finmeccanica la imita (+3,95%) sfruttando il giudizio positivo di Jp Morgan, che ha alzato il rating da “neutral” a “overweight” e il target price da 12 a 13 euro per azione, mentre anche Prysmian sale del 2,4% dopo la conferma del “buy” di Equita Sim giunto a seguito di una trimestrale migliore delle attese. Indietro tutta Banco Popolare (-8,84%), Bpm (-6,65%), ma anche Mediaset (-5,1%), Anima Holding (-4%) e Luxottica (-3,6%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Piazza Affari si tinge sempre più di green

Directa pronta a debuttare a Piazza Affari

Piazza Affari, Del Vecchio-Caltagirone: rischio concerto?

NEWSLETTER
Iscriviti
X