Milano sale, trainata dai titoli finanziari

A
A
A
di Luca Spoldi 25 Maggio 2016 | 09:57

I forti dati macro Usa di ieri e il via libera alla nascita di Banco Bpm da parte dei Cda delle due banche coinvolte fanno correre il settore finanziario a Milano. Tra i pochi titoli in calo Banca Mediolanum

PIAZZA AFFARI PROSEGUE LA CORSA – Corroborato da forti dati macroeconomici americani diffusi ieri che hanno rafforzato la sensazione che la Fed possa alzare i tassi senza danni per il mercato e dall’intesa raggiunta nella notte sul piano di aiuti alla Grecia, prosegue anche stamane il rimbalzo di Piazza Affari, che vede il Ftse Mib salire dell’1,03%, il Ftse Italia All-Share segnare +0,96% e il Ftse Italia Star oscillare a +0,44%.

BANCO BPM DA’ LA CARICA AI FINANZIARI – Il via libera dai rispettivi Cda alla fusione Bpm-Banco Popolare (che daranno vita a Banco Bpm, con Giuseppa Castagna quale amministratore delegato e Carlo Fratta Pasini presidente), con la conferma dei concambi (il 45,374% della nuova entità andrà ai soci di Bpm, il 54,626% agli azionisti di Banco Popolare) oltre a far correre i due titoli coinvolti supporta l’ulteriore recupero del comparto finanziario, con Ubi Banca, Anima Holding e Azimut tra i migliori. Tra le blue chip italiane perde colpi Banca Mediolanum, oltre ai titoli del settore del lusso che però contengono a meno dell’1% le perdite.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari, Del Vecchio-Caltagirone: rischio concerto?

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

Scudetto a rischio e coppe incerte: la Juve sale, frena la Lazio in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X