Referendum sulla Brexit, rischio e opportunità per gli investitori

A
A
A
di Luca Spoldi 27 Maggio 2016 | 09:46

A quattro settimane dal voto sulla permanenza o uscita della Gran Bretagna dalla Ue i giudizi da parte di investitori e sondaggisti sull'esito più probabile restano contrastanti

Banche d’affari e fondi hedge si preparano ad approfittare di eventuali scossoni del cambio della sterlina legati al voto del 23 giugno prossimo sulla permanenza o uscita (“Brexit”) della Gran Bretagna dall’Unione europea. Mentre però le banche sono quasi unanimi nel ritenere la vittoria della Brexit una concreta possibilità che avrebbe come conseguenza una rapida perdita di terreno della sterlina, tra i fondi hedge i giudizi sono più variegati.

FONDI HEDGE DIVISI COME PURE I SONDAGGISTI – Man Group e Winton Capital Management prevedono infatti che a vincere saranno i sostenitori della permanenza nella Ue, mentre Odey Asset Management e Marshall Wace scommettono sulla “Brexit”. A quattro settimane dal voto i sondaggi sono a loro volta divisi, con alcuni che mostrano un netto vantaggio dei sostenitori della permanenza, mentre altri giudicano la distanza tra i due schieramenti non così ampia e prevedono che il voto vedrà prevalere uno dei due uno scarto minimo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Forex: i target price di Goldman Sachs sui cambi principali

Forex, Euro Index in altalena prima di nuovo forte movimento direzionale

Il punto tecnico sul mercato Forex di Giovanni Maiani

NEWSLETTER
Iscriviti
X