Ancora cattive notizie per le banche italiane

A
A
A
di Luca Spoldi 1 Giugno 2016 | 11:42

Il dissesto di Banca Etruria, Banca Marche, CariFe e CariChieti costerà più del previsto alle banche italiane: servono altri soldi per completare risanamento, mentre dalla cessione si otterrà meno del previsto

BANCHE RISOLTE, SERVONO ALTRI SOLDI – Le banche italiane rischiano di dover aprire nuovamente i cordoni della borsa per fornire ulteriori capitali al fondo di risoluzione creato per far fronte al dissesto della CariFe, Banca Marche, Banca Etruria e CariChieti. Secondo la stampa italiana sarebbero necessari altri 1,5 miliardi, dopo gli 1,65 miliardi raccolti in dicembre, per riuscire a completare il risanamento delle “bridge bank” che verranno vendute entro i prossimi mesi, ad un prezzo che tuttavia rischia di essere più basso di quanto inizialmente auspicato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, reti e consulenti: così saranno nel terzo millennio

Asset allocation, settore finanziario: cosa fare dopo le trimestrali

Banche, crediti deteriorati: arriva il diktat

NEWSLETTER
Iscriviti
X