Popolare di Vicenza, causa da 150 milioni di euro dei grandi soci

A
A
A
di Redazione 23 Giugno 2016 | 13:07

Un pool di vecchi azionisti chiede di dichiarare la nullità dei finanziamenti concessi ai clienti in cambio dell'acquisto di azioni.

Un gruppo di grandi soci della Banca Popolare di Vicenza ha avviato un’azione legale contro la società per avere un risarcimento da 150 milioni di euro e chiedere l’annullamento delle “operazioni baciate”, cioè i finanziamenti concessi ai clienti in cambio dell'acquisto di azioni della banca. Il gruppo di azionisti è assistito dallo studio legale Spinazzi Azzarita Troi di Padova, attraverso il partner Mario Azzarita. La prime trattazioni sulla controversia si terranno a Venezia nel mese di luglio 2016, dove la banca dovrà difendersi dalle accuse.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X