Unicredit: la borsa apprezza l’avvio dell’era Mustier

A
A
A
di Redazione 12 Luglio 2016 | 10:20
Con un collocamento lampo ieri sera Unicredit ha ceduto il 10% di FinecoBank sul mercato, incassando oltre 328 milioni. L’era Mustier è cominciata e investitori e analisti apprezzano. Ora entro fine anno dovrebbe arrivare il nuovo piano strategico

MUSTIER COGLIE TUTTI DI SORPRESA – Jean-Pierre Mustier rompe gli indugi e Piazza Affari apprezza: a Milano dopo un’ora di contrattazioni il titolo Unicredit rimbalza del 7,3% a 1,986 euro per azione dopo aver collocato ieri sera, attraverso un accelerated bookbuilding, il 10% della controllata FinecoBank (che oggi cede il 2,87% a 5,585 euro per azione) a 5,4 euro per azione per complessivi 328 milioni, peraltro rimanendone l’azionista di maggioranza assoluta.

ANALISTI E INVESTITORI APPREZZANO – L’operazione, come sottolineano anche gli analisti di Kepler Cheuvreux, di fatto apre l’era Mustier, che pare aver scelto la strada della cessione di quote di minoranza e di asset non strategici per rafforzare il capitale e incrementare il valore. L’operazione appena conclusa migliora di 8 punti base il Cet1 di Unicredit, riportandolo al 10,94%, anche se dovrebbe ridurre dello 0,8% l’utile per azione stimato per il 2017. A questo punto il nuovo piano strategico dovrebbe essere presentato entro fine anno, con nuovi target sul capitale e una ridefinizione del perimetro del business del gruppo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram, una forza senza pari: da sola il 30% della raccolta del settore

Fineco, ingresso di peso tra i consulenti

Banche e reti, investimenti senza rivali

NEWSLETTER
Iscriviti
X